Programmi

Calendario

News

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday60
mod_vvisit_counterYesterday747
mod_vvisit_counterThis week1831
mod_vvisit_counterLast week4247
mod_vvisit_counterThis month11162
mod_vvisit_counterLast month11055
mod_vvisit_counterAll days1369910

Your IP: 3.230.143.213
Today: Apr 25, 2024
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Facebook E-mail

 

Profilo Facebook: http://www.facebook.com/minibantuafricanmuseum?fref=ts

 

 

Informazioni

«MBAM» in lingua Igbo del Sud-Est della Nigeria significa «il mio popolo» o «la mia gente» ed è pure l'acronimo del nostro Mini Bantu African Museum.

Descrizione

Il fenomeno dell'immigrazione oggi in Italia non è più solo cercare o dare lavoro ma anche promuovere l'interazione tra persone provenienti da ogni angolo del mondo.

Le politiche sociali e culturali - a responsabilità regionali e comunali – non sono più dettate dalla sola necessità di immediata ed urgente soluzione, ma da una ragionata, lunga e coordinata azione.

 

Per questo abbiamo ideato e realizzato un museo a conduzione autoctona – MBAM – dove tutti i residenti in Italia possono interagire con africani e non.

 

Obiettivi

 

MBAM è il primo esempio, in Italia, di costruzione da parte di una famiglia Italo/Nigeriana di un museo composto da una struttura di tipo Europeo ed un'altra di tipo Africano.

Gli oggetti donati e raccolti in esposizione illustrano al pubblico i valori dell'arte Africana che già avevano influenzato artisti Europei di fama mondiale come Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, ecc.

 

MBAM ha l'obiettivo di creare un centro di cultura e di studio dell'Africa che rintracci l'origine della migrazione umana verso ogni parte del mondo partendo dalla culla del popolo Bantu ovvero l'Africa Sub-Sahariana. Fornire una risposta alla domanda «Chi sono i Bantu?».

 

Una visita guidata

 

La visita è guidata, per gruppi fino a 20 persone e prevede un percorso illustrativo sulla cultura tradizionale Bantu.

''Mini'' sta per piccolo spazio espositivo che nondimeno affronta l'origine del popolo Bantu.

Il termine Bantu si addice ad una civiltà che conserva la sua unità e fu sviluppata da popoli di pelle nera e corporatura simile.

 

Secondo l'opinione della maggior parte degli storici, archeologi, linguisti, etnologi e tradizionalisti esso nasce da gruppi di pastori-cacciatori, che conoscevano la lavorazione del ferro ed erano abituati da millenni ad un regime migratorio caratterizzato da un incrocio etnico molto complesso.

 

Ci sono indizi certi di una forte esplosione demografica avvenuta nelle regioni fertili degli altipiani del Nord del Camerun e del Sud-Est della Nigeria che indusse alla millenaria migrazione verso Sud seguendo due percorsi principali.

 

A causa degli spostamenti, degli incontri e delle guerre, le influenze ricevute furono diverse e molteplici. Ciò nonostante i popoli Bantu hanno conservato le radici di un gruppo originario comune.

 

 

 


Powered by Joomla!. Designed by: free Joomla template  Valid XHTML and CSS.